Farmacista, da 7 anni gestisco da solo una Parafarmacia in un centro della Sardegna di circa 9000 abitanti.

Ho sposato sin dall‘inizio l‘idea della Parafarmacia nel suo concetto cardine, ovvero la LIBERALIZZAZIONE di un settore ingessato dove, nella maggior parte dei casi, la licenza per una farmacia si trasmette solo per via ereditaria o se si dispone di un grosso capitale.

Davvero raramente le licenze vengono invece rilasciate per merito e concorso; in questo senso sono orgoglioso, e non ne ho mai fatto mistero, della non facile avventura intrapresa da mia moglie come titolare rurale in un paesino di poche centinaia di abitanti.

Il mio impegno politico e rappresentativo in favore delle Parafarmacie è andato via via maturando soprattutto in DIFESA di questa realtà lavorativa che andrebbe VALORIZZATA e valutata come una grande RISORSA sia per i farmacisti che ci lavorano che per tutti i cittadini.

Un impegno che nell’ultimo anno è cresciuto tantissimo dopo la nomina a vicepresidente della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane e referente per la regione Sardegna, dove si è riusciti a promuovere e concretizzare un‘iniziativa del Consiglio Regionale a favore delle Parafarmacie: un ODG per incrementare i servizi e alcune convenzioni in ambito regionale e con la speranza che il tutto venga proposto nelle diverse regioni italiane.

La lotta per la LIBERALIZZAZIONE DELLA FASCIA C e la libertà di esercizio della professione rimangono gli obiettivi di una vita di battaglie fatte dai colleghi che mi hanno preceduto e per i farmacisti che verranno.

Dott. Angelo Occhipinti

VICEPRESIDENTE FNPI

PHOTO-2018-07-01-14-04-49